testata31

testata31

testata21

testata21

testata25

testata25

testata20

testata20

testata28

testata28

testata26

testata26

testata23

testata23

testata29

testata29

testata32

testata32

Mostra “Oltre il filo”

Comunicato stampa mostra:

“ Oltre il filo – Tracce di memoria del campo di concentramento di Gonars – 1942-43”

Nella suggestiva Sala delle Colonne del Collegio Marconi di Portogruaro si apre il 15 ottobre alle ore 17 una mostra di eccezionale interesse storico artistico. Si tratta dell’esposizione dei disegni realizzati dagli artisti sloveni, prigionieri del campo di concentramento fascista di Gonars, nel triste periodo della II Guerra Mondiale. I disegni provengono dalla collezione privata del medico del campo, il dottor Mario Cordaro, che svolse un ruolo importante come interprete, oltre che come dottore e che aiutò i molti civili internati a svolgere anche le loro attività anche artistiche, in una situazione di drammatica prigionia. Tra gli artisti segnaliamo la presenza di Nikolaj Pirnat, scultore e disegnatore, docente presso l’Accademia di belle Arti di Lubiana, che dedica un busto al dottor Cordaro, tuttora esposto al Museo di Storia Contemporanea di Lubiana, e, nella versione in bronzo, presso la clinica “Coram”, della famiglia Cordaro a Udine.

I disegni, sono realizzati a china, a pastello e guache e rappresentano scene di vita nel campo, ma anche i sogni di libertà degli artisti internati. Eccezionale per qualità e per la caratura storica, è una mostra che riporta a galla un momento storico controverso, che vide l’Italia, alleata con la Germania, intraprendere una vera e propria azione di pulizia etnica nei confronti in questo caso non di ebrei, ma di quelli che erano definiti gli “allogeni” sloveni e croati.

In mostra, oltre ai disegni che rappresentano una documentazione storica, altrimenti cancellata e omessa anche dai libri di storia, sono esposti i disegni di Davide Toffolo, tratti dal libro “L’inverno d’Italia” (CoconinoPress, 2010), riguardanti proprio quel tema, visto attraverso gli occhi dei bambini internati nel campo.

E’ inoltre proiettato in mostra il documentario del regista Dorino Minigutti “Oltre il filo” (Agherose, 2010), una registrazione attuale che riporta a galla la memoria degli allora bambini sopravvissuti e che riattualizza il ricordo e la nostra storia. Il film è una co-produzione italiana, slovena e croata e dimostra, come il libro a fumetti di Davide Toffolo, la volontà da parte di molti artisti e operatori culturali contemporanei di affrontare questo tema spinoso e cercando di prenderne, almeno da parte nostra, consapevolezza.

Per questo il Sindacato Pensionati Italiani, Veneto – Venezia, con l’Associazione Nazionale Partigiani Italiani propongono la mostra anche con un forte coinvolgimento delle scuole di tutta l’area portogruarese. Questo è reso possibile grazie alla collaborazione con la Rete scolastica distrettuale e con il contributo di Unipol, CIA, Coop Alleanza 3.0, il Collegio Marconi di Portogruaro, sede ospitante la mostra e con il patrocinio della Città di Portogruaro.

L’esposizione è curata dall’Associazione Viva Comix di Pordenone e all’inaugurazione il 15 ottobre alle ore 18, vedrà presenti, la famiglia Cordaro, lo storico Boris Gombac, Paola Bristot, presidente dell’Associazione Viva Comix, oltre ai rappresentanti delle istituzioni e associazioni coinvolte nella manifestazione.

A corredo della mostra è stato pubblicato il libro “Album 1942-43. I disegni del campo di concentramento di Gonars (Ud)”, a cura di Paola Bristot, (Viva Comix e Gaspari editore, 2016), dove sono raccolte le memorie del dottor Cordaro e testi di approfondimento oltre che le immagini dei disegni della collezione.

La mostra resterà aperta fino al 30 ottobre negli orari previsti dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30, nei giorni feriali. Per informazioni e prenotazioni: tel. 340 3483808 (Bruno) – 347 8899773 (Pietro).

 

http://www.vivacomix.net

Dopo la prima di San VIto al Tagliamento, apre di nuovo i battenti la mostra “Oltre il filo – Tracce di memoria del campo di concentramento di Gonars – 1942-43” nella suggestiva Sala delle Colonne del Collegio Marconi di Portogruaro (VE)  il 15 ottobre alle ore 17.
Si tratta dell’esposizione dei disegni realizzati dagli artisti sloveni, prigionieri del campo di concentramento fascista di Gonars, nel triste periodo della II Guerra Mondiale. I disegni provengono dalla collezione privata del medico del campo, il dottor Mario Cordaro, che svolse un ruolo importante come interprete, oltre che come dottore e che aiutò i molti civili internati a svolgere anche le loro attività anche artistiche, in una situazione di drammatica prigionia. Tra gli artisti segnaliamo la presenza di Nikolaj Pirnat, scultore e disegnatore, docente presso l’Accademia di belle Arti di Lubiana, che dedica un busto al dottor Cordaro, tuttora esposto al Museo di Storia Contemporanea di Lubiana, e, nella versione in bronzo, presso la clinica “Coram”, della famiglia Cordaro a Udine.
I disegni, sono realizzati a china, a pastello e guache e rappresentano scene di vita nel campo, ma anche i sogni di libertà degli artisti internati. Eccezionale per qualità e per la caratura storica, è una mostra che riporta a galla un momento storico controverso, che vide l’Italia, alleata con la Germania, intraprendere una vera e propria azione di pulizia etnica nei confronti in questo caso non di ebrei, ma di quelli che erano definiti gli “allogeni” sloveni e croati.

Download EVENTO

Appuntamenti
  • 7 ottobre 2018Festa del Marconi
  • 9 novembre 2018 17:30Colloqui Liceo
  • 8 febbraio 2019 17:30Colloqui Liceo
  • 3 maggio 2019 17:30Colloqui Liceo
AEC v1.0.4
Eventi
Insieme si può…

 

  Sostieni il Marconi  

Ragazzi del Marconi