sa

sa

testata28

testata28

testata25

testata25

testata23

testata23

testata26

testata26

testata32

testata32

testata29

testata29

testata21

testata21

testata31

testata31

testata20

testata20

Mese dell’educazione 2016

Siate liberi e non abbiate paura di dire qualcosa di scomodo, fuori dal coro, o apparentemente impossibile, quando gridate e cantate per la fratellanza tra gli uomini, per la pace. Perdonare, però, non è cosa facile, è sempre molto difficile. Come possiamo imitare Gesù? Da dove incominciare per scusare i piccoli o grandi torti che subiamo ogni giorno? Anzitutto dalla preghiera, come ha fatto Stefano.

MESE DELL’EDUCAZIONE 2016

Mese educazione2016 c Brochure
Tutti gli eventi in programma

 

PDF Brochure

Si comincia dal proprio cuore: possiamo affrontare con la preghiera il risentimento che proviamo, affidando chi ci ha fatto del male alla misericordia di Dio: “Signore, ti chiedo per lui, ti chiedo per lei”. Poi si scopre che questa lotta interiore per perdonare purifica dal male e che la preghiera e l’amore ci liberano dalle catene interiori del rancore. È tanto brutto vivere nel rancore! Ogni giorno abbiamo l’occasione per allenarci a perdonare, per vivere questo gesto tanto alto che avvicina l’uomo a Dio. Come il nostro Padre celeste, diventiamo anche noi misericordiosi, perché attraverso il perdono vinciamo il male con il bene, trasformiamo l’odio in amore e rendiamo così più pulito il mondo.

Papa Francesco, Festa di Santo Stefano 2014 

Il perdono è una chiave di umanità. Non è un sentimento da uomini deboli. Al contrario, è una prova di grande forza interiore. Perdonare vuol dire donare totalmente. È il dono, la gratuità che genera società, che contrasta la violenza, che consente all’umanità di progre – dire. L’odio moltiplica l’odio. Il dono, invece, apre alla vita. E il perdono lo fa con una forza molto più grande.Ricordate il brano evan – gelico: “Se amate quelli che vi amano che merito avete?”. La campana è risuonata per farci diventare operatori di pace. La pace che nasce dalle opere di solida – rietà e di giustizia. La pace che nasce dalla coerenza, dalla legalità, dal rispetto dell’altro, dall’amicizia, dal far proprie le speranze e le esigenze degli altri. La pace che nasce dalla fatica di dire no quando è necessario. E di dire sì quando è impegnativo. Il perdono non cancella la memoria. Né la ricerca della verità. Le ferite lasciano delle tracce sulla nostra carne. La violenza non va dimenticata, anche perché ricordare deve servire a non ripetere più. E tuttavia la riconciliazione – che muove da coscienze mature – consente di costruire di nuovo dove c’erano le macerie. Partire da noi stessi, dalla nostra coscienza, dall’amico che ha bisogno e ci sta accanto. E, al tempo stesso, guardare in avanti, compiere uno sforzo per osservare l’orizzonte più lontano. Dobbiamo fare entrambe queste cose. Così aumenterà la nostra voglia di cambiare la società.

Dall’ intervento del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella al SERMIG del 29/10/2015

LiF LIBRI IN FIORE –II edizione
Un pomeriggio dedicato ai libri
Ospiti  Nicoletta Costa e Andrea ValenteSabato 2 aprile / dalle ore 14.30 alle ore 18.30
AIMC A SCUOLA DI MISERICORDIA
Educare al perdono
Bruno Forte
già Presidente nazionale AIMC, docente universitarioMercoledì 30 marzo / ore 16.30-19.00
Palazzo municipale – Portogruaro
 Perdono Sociale

EDUCARE AL “PERDONO SOCIALE” NEL TEMPO DELLA CRISI?

Sergio Tramma
Professore associato di Pedagogia generale e sociale
Università di Milano Bicocca


Introduce Matteo Cornacchia
Ricercatore – Università degli Studi di Trieste

Martedì 22 marzo/ ore 15.00 – Collegio Marconi

Il perdono nell'arte CONCERTO DELLE PALME
GESÙ TESTIMONE D’AMORE
Concerto dei ragazzi della scuola secondaria di primo grado.
Testi poetici, canti e brani strumentali
Sabato 19 marzo/ ore 11.30 – Chiesa dei Ss. Cristoforo e LuigiCollegio Marconi
L'uomo perdona, la rete no

L’UOMO PERDONA, LA RETE NO

Serata informativa sui pericoli del web

Sergio Pavan, insegnante di religione

Mercoledì 2 marzo/ ore 20.30 – Collegio Marconi

Parigi, Isis

PARIGI, ISIS, TERRE DEL JIHAD:

LA NECESSITÀ DEL PERDONO

Rodolfo Casadei, inviato speciale di Tempi “dalle terre dell’Isis”

Introduzione musicale di Daniele Vit, chitarra classica

Venerdì 4  marzo/ ore 20.45 – Collegio Marconi

Guerra e Califfato

GUERRA E CALIFFATO IN MEDIO ORIENTE,

TERRORISMO ISIS IN EUROPA: CHE RAPPORTO C’È

Rodolfo Casadei, inviato speciale di Tempi “dalle terre dell’Isis”

Incontro con studenti delle scuole superiori di Portogruaro

Sabato 5  marzo/ ore 11.00 – ITIS Da Vinci

Esodo istriano

LA SOFFERENZA E IL PERDONO

Testimonianza di Francesco Tromba,

sull’esodo giuliano-istriano-dalmata

Sabato 5  marzo/ ore 11.00 – Collegio Marconi

Silvana cremaschi

COME AIUTARE I BAMBINI DEI GENITORI SEPARATI

Cremaschi Silvana, neuropsichiatra

Domenica 6 marzo/ ore 15.00 – Oratorio Pio X

 sulla via del perdono

SULLA VIA DEL PERDONO

Pellegrinaggio dei ragazzi e dei giovani fino alla porta santa del Santuario Madonna di Fatima di Portogruaro

Venerdì 11 marzo/ ore 20.30 – Partenza dalla Chiesa dei Ss. Cristoforo e Luigi – Collegio Marconi

abbraccio

FESTA DELL’ABBRACCIO ALLA VITA

Due giornate dedicate a tematiche legate alla nascita e all’accudimento dei bambini

Sabato 12 e domenica 13 marzo 2016

brochure informativa

ped

PEDALATA PER LE VIE DEI TABERNACOLI. Terzo itinerario

Venerdì 1 aprile / ore 20.30

Presentazione del percorso a cura di Natale Cigagna

Domenica 3 aprile / ore 14.00 

Ritrovo presso la Piazzetta della Pescheria, ore 13.45  – Portogruaro

 Il perdono nell'arte

 INCONTRO DI PREGHIERA E DI MEDITAZIONEIl perdono nell’arte

Sr. Maria Gloria RivaSuperiora delle Monache dell’Adorazione Eucaristica e d editorialista  di Avvenire

Sabato 27 febbraio/ ore 20.30 – Collegio Marconi

 

Appuntamenti
  • 25 novembre 2018 14:00Scuola aperta
  • 30 novembre 2018Patrono S. Andrea
  • 1 dicembre 2018Sospensione lezioni
  • 8 dicembre 2018Immacolata Concezione
  • 10 dicembre 2018 14:00Incontri pomeridiani, Prima A
  • 10 dicembre 2018 15:00Incontri pomeridiani, Prima B
AEC v1.0.4
Insieme si può…

 

  Sostieni il Marconi  

Ragazzi del Marconi